lunedì 16 ottobre 2017

L'ESTATE È GIÀ FINITA - M. Varrese, F. Serino

L'ESTATE È GIÀ FINITA - Massimiliano Varrese, Francesco Serino - Sonda
pp. 201 - € 14,00

💗💗💗💗

La vita, in generale, è così e basta, è già stata scritta da qualcuno, o ce la scriviamo da soli e non lo sappiamo?

Un romanzo di formazione, dall’andamento scenografico, quasi una sceneggiatura per un film. L'ESTATE È GIÀ FINITA è un romanzo scritto a quattro mani da Massimiliano Varrese e Francesco Serino e racconta il difficile passaggio dall’adolescenza all’età adulta di Massa, diciottenne di Grosseto.
 
Massimiliano, per gli amici Massa, è un ragazzo che si approccia alla vita, con i suoi sogni e le sue paure; che scopre l’amore e riscopre l’amicizia, quella sincera, destinata a durare per sempre. 
Massa è un giovane come tanti. Sogna in grande e spera di ottenere il meglio dalla vita e, proprio come ogni altro suo coetaneo, non calcola la possibilità dell’imprevisto. Perché a quell’età il mondo stesso è un’enorme aspettativa e pare ruotare intorno alla propria giovinezza, come se non si dovesse mai invecchiare. Ecco allora che i progetti considerano solo un futuro roseo, senza nessuna ombra.

Quando l’immaginazione sembra non avere limiti, eccola però scontrarsi con la realtà. Quella dura, fatta di conti da pagare, bugie dette a fin di bene ma che, se svelate, bruciano l’anima. Vediamo così Massa alle prese con la voglia di diventare grande, prima; e il bisogno di frenarsi, dopo.
 
Sarà il legame che lo lega a Checco, un amico un po’ strampalato e dalle idee singolari – seppure a volte funzionali – ad aiutarlo nei momenti più bui. Insieme scopriranno parte di quei valori che, senza una guida formativa e magari spirituale, non si conoscono e rischiano di perdersi.
 
Un tuffo negli anni Novanta, nostalgico per chi li ha vissuti e interessante per chi, giovanissimo, non conosce l’importanza di un gettone telefonico in tasca al momento giusto. 
Una prova narrativa ben riuscita, “facile” di primo acchito, ma profonda nelle sue tematiche principali quali la famiglia, l’amicizia, il lavoro.


3 commenti:

  1. Potrebbe piacermi perché è il mio genere (slice of life, con il tocco anni '90) ma di solito è raro trovare qualcosa di originale -come scrittura, come storia- in questi frangenti...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che per quanto riguarda l'editoria, soprattutto nostrana, si stanno pubblicando un mucchio di schifezze. Questo blog nasce un po' anche per questo, adesso che ci penso: per consigliare buone letture (cosa che tuttavia rimane soggettiva, lo so).

      Elimina
    2. Beh, mi pare un nobile intento: per quanto soggettivo possa essere, la schifezza è oggettiva e quindi va bene consigliare altro :)

      Moz-

      Elimina