giovedì 9 marzo 2017

IL RICHIAMO DELLA PALUDE - D. Calì e M. Somà

C'è un libro molto particolare di cui voglio parlarvi, Prenditori, un libro toccante pubblicato da una piccola casa editrice padovana che ormai conoscete bene, la Kite edizioni. Questa casa editrice non sta sbagliando un colpo, ogni titolo che sforna è un diamante prezioso.
Il titolo in questione è IL RICHIAMO DELLA PALUDE di Davide Calì e Marco Somà, ed è un piccolo gioiello illustrato per bambini e non soltanto per loro.

IL RICHIAMO DELLA PALUDE
Davide Calì e Marco Somà
Kite edizioni - 2016
pp. 28 - € 16,00

Bisogna assomigliarsi per volersi bene?
Per comprendere a fondo un bambino, l'adulto può fare una sola cosa: entrare nella sua testa. Il solo modo che ha per farlo è ragionare come un bambino, diventando egli stesso bambino.
Penso sia un messaggio importante che non dovrebbe mai essere dato per scontato. Lo sanno bene Calì e Somà che in questo racconto illustrato mostrano il lato più fragile dell'essere bambino, e anche adulto, affrontando il tema delicato dell'adozione con una sensibilità unica e sincera.

Boris è un trovatello. I genitori adottivi lo trovano neonato vicino a una palude e decidono di tenerlo nonostante abbia branchie come un pesce. E già qui si può notare il gesto d'amore di due genitori che, seppure non biologici, accolgono il diverso in casa, circondandolo di ogni cura e affetto.
Con il tempo Boris cresce, anche a contatto con altri bambini, e poco importa se fisicamente si distingue da tutti. La sua sete di vivere sa essere più forte di qualsiasi pregiudizio.

Pian piano l'amore per la vita dilaga e in Boris nasce la curiosità. Armato così di speranza, parte alla ricerca delle sue origini. In fondo, chi ce lo dice che se avessimo avuto una vita diversa, non saremmo più felici adesso? Vale perciò la pena di rischiare e vedere con i nostri occhi come sarebbe stata la nostra vita, qualora si fosse verificata l'alternativa.
Se i genitori non lo avessero adottato, come si sarebbe trovato Boris nella palude?
Eccolo quindi nel luogo che gli ha dato i natali. Quello che Boris scoprirà provando a vivere come se non fosse mai stato adottato, avrà un valore inestimabile e lui saprà farne tesoro per il resto dei suoi giorni.

IL RICHIAMO DELLA PALUDE è una storia scritta davvero per tutti. Non esiste un'età per andare alla ricerca di se stessi, per voler dare una svolta o un senso alla propria vita, per spingersi oltre. Noi siamo infinite possibilità di vita, a limitarle sono le nostre scelte.
Quando però siamo convinti delle scelte che ci fanno stare bene, ecco che il nostro limite diventa la nostra forza. Del resto, solo se siamo disposti a perderci possiamo sperare di ritrovarci.
La storia di Boris è quella di un bambino curioso che s'interroga sulle proprie radici, ma è anche la storia di due genitori che lasciano il figlio libero di essere felice. Ovunque e con chiunque egli voglia.


Nessun commento:

Posta un commento