mercoledì 9 ottobre 2013

WOOL di Hugh Howey (Fabbri Editori)

a cura di MissMeiko

Continua l'ascesa della distopia nel panorama editoriale.

In seguito al successo di saghe come MATCHED di Ally Condie (Fazi) e HUNGER GAMES di Suzanne Collins (Mondadori), sempre più scrittori si cimentano nel genere distopico.

Mossa azzardata che rischia di fare la fine del genere vampirico post-Twilight oppure mossa vincente destinata a cavalcare l'onda ancora per un bel po'?

Quest'estate mi è capitato di leggere HUNGER GAMES e, mi rincresce ammetterlo, mi aspettavo tanto di più, dato l'enorme successo planetario. Storia carina, intendiamoci, a tratti persino originale, tuttavia non mi ha coinvolto come - magari - avrebbe dovuto; e, almeno per adesso, non sono attratta dai seguiti del primo libro.

Durante lo stesso periodo ho letto un altro distopico. Volendo essere precisa, ho letto il padre della distopia: 1984 di George Orwell. Paragoni? Non se ne possono fare, ragazzi. Questo è un signor romanzo. Chapeau!

L'editore Fabbri ci propone per quest'autunno un successo americano proveniente dal self-publishing: WOOL di Hugh Howey, primo capitolo di una trilogia.

Aspettando il 14 ottobre, giorno in cui saranno disponibili on line i primi sei capitoli del romanzo, vi lascio alla scheda-libro, al booktrailer e alla biografia dell'autore.

Hugh Howey
WOOL
Fabbri Editori
pp. 560 - € 14,90
16 ottobre 2013
Romanzo
Distopico


Cosa faresti se il mondo di fuori fosse letale e l’aria che respiri potesse uccidere? E se le tue scelte potessero salvare vite o distruggerle? Arriva in Italia un fenomeno del self-publishing, il primo capitolo di una saga distopica che, come nel caso di 50 Shades, ha invertito i ruoli tra editoria indipendente e tradizionale. Nato da un racconto di una cinquantina di pagine pubblicato nel Kindle Store di Amazon, la storia di Howey è divenuta, grazie alla straordinaria accoglienza del pubblico, una trilogia di libri che ha saldamente occupato le prime posizioni  su Amazon.com per molti mesi del 2012. A  questo incredibile successo nato dal basso ha seguito una straordinaria contesa tra gli editori di tutto il mondo per pubblicarlo in versione cartacea. E all’entusiasmo dei primi lettori per il libro si è ben presto affiancato quello di grandi scrittori e della stampa internazionale. Wool è in corso di pubblicazione in 18 paesi, e i diritti cinematografici sono stati acquistati da Ridley Scott. 

In un futuro post-apocalittico, in un paesaggio devastato e tossico, una comunità sopravvive in una gigantesca città sotterranea. Lì, uomini e donne vivono rinchiusi in una società piena di regole che dovrebbero servire a proteggerli. Lo sceriffo Holston, che per anni ha fermamente sostenuto le leggi della città, rompe inaspettatamente il più grande di tutti i tabù: chiede di andare fuori, incontro alla morte. La sua decisione scatena una terribile serie di eventi. A sostituirlo è un’improbabile candidata, Juliette, che nulla sa di politica e di leggi, ma è un tecnico capace di far funzionare le macchine di quel fragile mondo. Ora che le è affidata la sicurezza, Juliette impererà presto a sua spese quanto è malata quella società. Perché la città è in procinto di affrontare ciò che la storia ha lasciato solo intendere e che i suoi abitanti non hanno mai avuto il coraggio di sussurrare: la rivolta.

 


Hugh HOWEY è cresciuto a Monroe, nel North Carolina. Prima di pubblicare i suoi libri ha fatto lo skipper, l’operaio e il tecnico audio. Ha iniziato la serie di Wool nel 2011, autopubblicandola sul Kindle Store di Amazon. Dopo l’enorme successo ottenuto, ha scritto gli altri due libri della trilogia, Shift e Dust, vendendo i diritti dell’edizione cartacea per cifre milionarie. Wool è in corso di pubblicazione in 18 paesi, e i diritti cinematografici sono stati acquistati da Ridley Scott.

Nessun commento:

Posta un commento