martedì 30 aprile 2013

Recensione L'ABITO DA SPOSO di Pierre Lemaitre (Fazi)

Pierre Lemaitre
L'ABITO DA SPOSO
Fazi
pp. 335 -  € 16,50
30 novembre 2012
Romanzo
Thriller, Noir psicologico

Chi è veramente Sophie? Sappiamo che ha trent’anni ed è la babysitter di Léo, il figlio di una coppia di ricchi parigini. La giovane donna sembra non avere una vita privata, si dedica al bambino e nient’altro. Il resto è un mistero. Ma sappiamo che è ossessionata da una doppia identità, dimentica cosa ha fatto poche ore prima e vive in un costante stato di oblio. Una sera la mamma di Léo rientra tardi e trova Sophie addormentata davanti alla tv, le propone di restare a dormire e lei accetta. Il mattino dopo la ragazza si risveglia sola in casa e fa la terribile scoperta: nella notte Léo è stato strangolato nel sonno, proprio accanto a lei. Da lì una lunga fuga, un sentiero che condurrà Sophie fin negli abissi del crimine per salvarsi da un omicidio che non ha commesso ma per il quale è l’imputato perfetto, un percorso lungo il quale sceglierà di uccidere e di mentire. Assumerà altre identità e per questo dovrà confinare la propria esistenza dentro miseri giorni anonimi. Fino al giorno in cui scoprirà cosa è davvero accaduto quella notte e chi è l’uomo che l’ha condannata alla sofferenza. Pierre Lemaitre ha costruito un noir dove la follia, tanto spaventosa quanto incomprensibile, riesce miracolosamente a trovare un perché. 

RECENSIONE
di FiloChan


Vi è mai capitato di non riuscire a trovare qualcosa, in un determinato momento, per poi ritrovarla qualche tempo più tardi in un posto inconsueto? O di dimenticare appuntamenti, date, regali o il posto in cui avete parcheggiato l'auto? Vi siete mai sentiti stanchi e giù di morale senza alcun motivo apparente?
Certo, direte, talvolta è normale che accadano queste cose.
Per Sophie, da diversi mesi, tutto ciò rappresenta la quotidianità. È depressa, ha continui mal di testa, dimentica tutto, non ricorda di aver commesso azioni riconducibili solo a lei... è pazza.
Quando trova il corpo strangolato del piccolo Léo, seienne del quale si occupa come baby-sitter, Sophie si rende conto che, pur non ricordandolo, l'unica possibile responsabile dell'omicidio è lei stessa; dunque decide di fuggire e cambiare identità, diventando una pericolosa criminale ricercata in tutta la Francia.
La vita di Sophie sembra riassettarsi, ma a questo punto si assiste a una rivelazione sconvolgente... Non oso svelare il seguito, rovinerei la sorpresa!
 
Gli sviluppi della vicenda sono entusiasmanti, la storia procede con crescente tensione fino al finale, totalmente sorprendente e inaspettato.
La lettura di questo romanzo suscita inquietudine e apprensione, permette di immedesimarsi perfettamente nei panni di una pazza omicida. Si prova confusione nell'assistere alle azioni sconclusionate della protagonista; nausea, quando si legge dei particolari dei crimini; tensione, negli scatti d'azione; sorpresa, dopo avvenimenti sconcertanti... Insomma, si tratta di un perfetto noir psicologico capace di regalare giuste emozioni.

Assolutamente una lettura da non perdere, consigliato a chiunque voglia provare fremiti di trepidazione.

Valutazione 5 stelle: ottimo. Un investimento!

Pierre Lemaitre ha insegnato per molti anni letteratura, ed è approdato tardi alla carriera di scrittore e sceneggiatore. E’ autore di quattro romanzi (in Italia è uscito Alex nel 2011) con cui ha vinto diversi premi, tra i quali il Prix du premier roman al Festival di Cognac nel 2006. L’abito da sposo si è aggiudicato nel 2009 il premio Meilleur Polar Francophone mentre Cadres Noir, di prossima uscita per Fazi, ha vinto il Prix Le Point du Polar européen 2010. 

4 commenti:

  1. questo vorrei leggerlo..sembra davvero un libro al cardiopalma..lo metto in lista

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La penso come te, Vale! :-)
      Peccato abbia una coda immensa di libri da leggere. Dove lo colloco questo qui?! Ahi ahi ahi, mi gira la testa! @__@

      Elimina
  2. questo mi sa che lo leggerò anch'io :)

    RispondiElimina