giovedì 31 gennaio 2013

Recensione UN AMORE DI CUPCAKE di Donna Kauffman (Tre60)

Donna Kauffman
UN AMORE DI CUPCAKE
Tre60
pp. 352 - € 9,90
Pubblicazione 13 settembre 2012
Tipologia: romanzo
Genere: narrativa


RECENSIONE
di Svamp


Dopo quattro anni di duro lavoro come executive chef nel prestigioso ristorante Gateau di New York, Leilani decide di tornare a Sugarberry, dove è nata e dove aprirà una piccola pasticceria. Sugarberry, ben lontana dal covo di invidisiosi e gelosi di Gateau, è un piccolo paradiso, dove Leilani è circondata dall'affetto delle persone che l'hanno vista nascere e che ora la apprezzano per la raffinata pasticcera che è diventata. Ma Leilani non fugge solo dai suoi ex colleghi, fugge soprattutto dall'amore non corrisposto per il suo burbero capo, Baxter.
Quando Leilani sembra aver trovato la pace e la soddisfazione che agognava, qualcosa, o meglio, qualcuno viene a rovinare tutto. Baxter decide di condurre uno spettacolo televisivo di cucina proprio nella pasticceria di Leilani. Lani è destabilizzata e in preda all'indecisione più profonda, ma alla fine decide di accettare: in fondo il suo piccolo negozio avrà un ritorno di immagine notevole. Galeotto fu il programma televisivo! La passione tra i due esplode ma... le riprese durano solo tre settimane, dopodiché Baxker tornerà a New York e Lani non ha intenzione di trasferirsi di nuovo. Sarà l'amore a vincere o l'orgoglio?

Il romanzo è più che mai attuale, inseguendo la grande fama di cui godono i programmi televisivi di cucina. Il libro è dalle prime pagine coinvolgente e appassionante. Quello che coinvolge maggiormente è l'entusiasmo contagiante di Lani per la nuova avventura, di cui parla all’amica Charlotte. Poi purtroppo, l'arrivo di Baxter la destabilizza a tal punto che Lani si perde in una serie di, permettetemelo, "viaggi mentali" che durano quasi un centinaio di pagine in cui non accade nulla. Soltanto nelle ultime pagine la storia tra i due ha un epilogo e il ritmo ritorna incalzante come all'inizio.

Nel complesso il libro mi è piaciuto, ammetto che a metà è diventato difficile continuarne la lettura, ma perché, personalmente, non amo la staticità della trama, ma la storia è coinvolgente; il modo di scrivere è fluido e si addice a una lettura frivola e senza impegno.

Valutazione 2 stelle: carino, ma niente di che. 

Nessun commento:

Posta un commento