martedì 28 agosto 2012

Recensione IL CASO MALONEY di Graham Hurley (TimeCrime)

Graham Hurley
IL CASO MALONEY
TimeCrime
pp. 368 - € 7,70
In libreria da aprile 2012
tipologia: romanzo
genere: poliziesco



Stewart Maloney è scomparso nel nulla: l’ispettore Joe Faraday è convinto che sia stato assassinato. Ma ci si può basare su una semplice intuizione in un luogo come Portsmouth, una delle città più povere e violente d’Inghilterra, dove le uniche leggi sono il traffico di droga e il crimine, e la sola regola è l’omertà? Sprecare energie dietro un presunto caso di omicidio è una perdita di tempo che Joe non può permettersi. Ma Faraday sta lottando anche contro altro: sotto un cielo grigio che
incombe, nel quale solo il volo degli uccelli sembra avere ancora una direzione e un senso, i demoni di un passato che lo ossessiona non gli concedono tregua. Perché ritrovare Stewart Maloney vivo o morto è il perno intorno al quale ruota ormai la sua intera esistenza: e fallire significherebbe arrendersi a quei demoni, arrendersi alla follia...

RECENSIONE
di FiloChan

“Il caso Maloney” è il primo di una serie di dodici romanzi polizieschi che ha avuto molto successo in Gran Bretagna e Francia, della quale è stata anche prodotta una trasposizione televisiva.
In questo primo volume vengono introdotti i personaggi e le ambientazioni che ci permetteranno di prendere parte a nuove indagini e di essere coinvolti in tenere vicende private.
Il protagonista di questi episodi è Joe Faraday, detective ispettore del dipartimento di polizia di Portsmouth, cittadina costiera a sud dell'Inghilterra, divisa tra la povertà e conseguente criminalità della periferia e il lusso delle zone turistiche, promosso da una veloce urbanizzazione.


Nella prima parte del romanzo la narrazione procede a rilento per lasciare maggior spazio alla descrizione dei personaggi: l'ispettore Faraday è un uomo di mezza età, vedovo, che ha cresciuto da solo JJ, figlio sordomuto ormai ventiduenne, il quale decide di abbandonare suo padre per vivere in Francia con la sua ragazza. Faraday ama molto la natura, infatti non perde occasione, durante il tempo libero, di osservare il volo degli uccelli praticando birdwatching, passione che condivideva con suo figlio sin dalla sua prima infanzia.
Gli altri personaggi più rilevanti fanno parte del dipartimento di polizia e sono i superiori e i sottoposti di Faraday.
Tra i componenti della squadra di investigazione spicca Paul Winter, l'antitesi di Faraday. Winter lavora per l'antidroga, è il tipo di uomo che preferisce utilizzare scorciatoie per ottenere ciò che vuole, ricorrendo spesso a mezzi subdoli. Cerca di ottenere una promozione partecipando alla grossa operazione Red Rum, atta a incastrare i maggiori narcotrafficanti della zona. Nei suoi metodi d'indagine usa una larga rete di informatori, scendendo a patti con criminali, avvocati e colleghi. Per questo è disprezzato da Faraday, il quale si rende conto del degrado morale che infetta la polizia e, pertanto, cerca di restare immacolato perseguendo una giustizia ideale.
Altro componente importante della squadra è Cathy Lamb, un donnone quasi trentenne con un carattere forte e al contempo dolce. Tra Faraday e Cathy c'è un buon rapporto di amicizia, infatti sarà Faraday a confortare Cathy durante la difficile situazione matrimoniale che ella stessa vive.
Personaggi secondari sono Dawn Ellis, giovane detective sveglia e tenace, e Neville Bevan, capo della divisione e diretto superiore di Faraday.

L'autore ci fa confrontare con la realtà di una società che sta collassando, mostrandoci sia la criminalità spietata dilagante, sia la corruzione all'interno degli organi che dovrebbero arrestarla.
Il dipartimento di polizia di Portsmouth è un flusso di scartoffie da sbrogliare su furti d'auto, furti con scasso e aggressioni, ma Faraday preferisce incentrare la sua attenzione sul caso della scomparsa di Stuart Maloney. Questo gli costerà parecchie strigliate da parte del suo capo, il quale lo rimprovera di perdere tempo e risorse che scarseggiano; da parte della stampa, che accusa la polizia di negligenza; e da parte degli albergatori, che vorrebbero un maggiore controllo contro i furti per procacciarsi nuovi investimenti nel turismo.
Faraday dimostra infine di aver ragione, i suoi presentimenti sulla scomparsa di Maloney lo hanno portato alla risoluzione di un caso importante, dando prova del suo valore sia come detective, mediante deduzioni brillanti e un acuto ingegno, che come uomo.

La narrazione procede con un ritmo piuttosto lento, non aspettatevi momenti di suspense o colpi di scena mozzafiato poiché, già da metà libro, l'ispettore ci confida il finale dell'indagine. Non gli resterà altro che trovare le prove delle sue deduzioni.
Per queste ragioni, non classificherei questo romanzo come un thriller, bensì come un poliziesco, difatti si lascia largo spazio alla descrizione delle vite private dei personaggi e alle relazioni che intercorrono tra loro.
Nonostante ciò, la trama relativa allo svolgimento dei casi (ci sono diversi casi di cui si occupa la squadra di Faraday, il caso Maloney è il principale) è ben strutturata, ogni passo dell'investigatore permette al lettore di fare le proprie deduzioni e di scoprire gradualmente i vari tasselli che si incastrano per svelare la verità, sia riguardo all'identità del colpevole, che riguardo all'intimità dei personaggi.

Consiglio questo libro a coloro che amano i polizieschi e – perché no? – a coloro che amano il birdwatching e la navigazione, non resterete delusi!

Valutazione 4 stelle: un bel libro.
 
Graham Hurley è nato nel 1946 a Clactonon-Sea, Essex. Dopo una fortunata carriera come documentarista, ha deciso di dedicarsi interamente alla scrittura. Il caso Maloney, primo thriller della serie che ha per protagonista Joe Faraday, consta al momento di dodici volumi e ha conosciuto un ampio consenso di critica e di pubblico; France 2 ha prodotto una fortunata trasposizione televisiva di quattro romanzi della serie. Hurley vive e lavora a Exmouth, nel Devon, con la moglie Lin, i tre figli e un gatto.

1 commento: