giovedì 2 agosto 2012

Intervista a Connie Furnari, autrice del romanzo STRYX- IL MARCHIO DELLA STREGA (Edizioni della Sera)

Amici del blog,
oggi è ospite nel nostro portale la scrittrice Connie Furnari. La nostra Briseide l'ha intervistata per voi.

Connie Furnari è autrice di STRYX, IL MARCHIO DELLA STREGA, un paranormal nostrano pubblicato dalla casa editrice Edizioni della Sera.

Qui di seguito vi lascio alla scheda del libro, per poi passare "la parola" a Briseide e a Connie.

Titolo: STRYX - IL MARCHIO DELLA STREGA
Di: CONNIE FURNARI
Edizione: EDIZIONI DELLA SERA (Collana SPADE D'INCHIOSTRO)
Tipologia: ROMANZO
Genere: PARANORMAL
Anno: 2011
pp. 292

Cartaceo € 12,00
TRAMA
Dopo aver vissuto in Inghilterra, Sarah, una potente strega, torna a Salem decisa a ricominciare una nuova vita senza la magia. Inaspettatamente, giunge la sorella minore: Susan, strega intrigante e perversa che ha scelto di passare al lato oscuro per la sete di potere, determinata a sconvolgere l’esistenza di Sarah e degli ignari studenti del liceo di Salem. La vita scolastica si rivela fin da subito molto più dura del previsto. L’unico apparentemente interessato a conoscerla è un giovane dai grandi occhi grigio azzurro: Scott. Il solo ad essere in grado di risvegliare in lei antichi sentimenti che credeva ormai essere assopiti. Ma Salem ben presto comincerà ad essere sconvolta da numerosi delitti inspiegabili, il cui unico filo conduttore sarà un marchio a forma di “S” posto sulle vittime. Le strade della cittadina diventano pericolose trappole mortali, e a Sarah non resterà altro che affrontare il suo oscuro passato per poter salvare le altre giovani streghe e se stessa.
L'AUTRICE

Connie Furnari è nata a Catania, il 6 Dicembre del 1976.
Si è laureata in Lettere, con una tesi di psicanalisi freudiana sul “racconto perturbante”: un’analisi su come il fantastico interagisca nella vita reale, in modo diverso da persona a persona, fin dalle fiabe dell’infanzia.
Ha vinto numerosi premi con le sue poesie e ha pubblicato racconti in diverse antologie. Scrive per la rivista on line Fantasy Planet e aderisce a numerosi siti letterari.
Da sempre appassionata di scrittura e di cinema, vive tra centinaia di libri e dvd; adora leggere, disegnare fumetti manga, e dipingere quadri a olio mentre ascolta musica classica.
Scrive fiabe per bambini, fantasy, urban fantasy e paranormal romance.


INTERVISTA A CONNIE FURNARI
a cura di Briseide

Cari amici del blog, oggi c’è una bella sorpresa: un’intervista a Connie Furnari l’autrice del romanzo Stryx...

Ciao Connie, benvenuta sul nostro blog, ti va di presentarti ai nostri lettori?
Sono semplicemente una persona alla quale piace scrivere e leggere, amo moltissimo il mondo dei libri e della fantasia.

Com’è nata la trama del romanzo Stryx? E cosa c’è in te della protagonista Sarah?
Mi sono chiesta come sarebbe la vita di una vera strega della Salem dei puritani se fosse costretta a vivere nella nostra epoca. Il mio carattere somiglia parecchio a quello di Sarah, ma lei a volte è davvero troppo buona e ingenua!

Adesso svelaci, se vuoi, una curiosità: come mai hai inserito una frase del Macbeth di Shakespeare, prima della narrazione? 
Perché è una frase pronunciata appunto dalle tre streghe in Macbeth. "Mostratevi agli occhi ma il cor gli ferite, venite come ombre, come ombre svanite": indica la natura sovrannaturale delle sorelle Sawyer, che arrivano come magiche ombre fugaci, feriscono cuori e svaniscono misteriose!

Quali sono secondo te gli ingredienti per realizzare il romanzo perfetto?
Gli ingredienti sono: impegno, fatica, e soprattutto pazienza! Bisogna rifiutare gli editori a pagamento, pazientare e scegliere con cura la casa editrice. Se il proprio romanzo vale, troverà la sua strada da solo. Bisogna avere fiducia e non scoraggiarsi.

Stai già pensando ad un nuovo progetto letterario?
Il mio prossimo romanzo sarà un paranormal romance gotico-dark sugli angeli dannati, ambientato nella Londra vittoriana.

Un’ultima domanda, ormai un must per tutte le interviste di YALit, cosa vuol dire per te “scrivere”?
Scrivere  significa trasmettere emozioni ai lettori, e lasciare un buon ricordo di me e dei miei personaggi.

Nessun commento:

Posta un commento