mercoledì 27 giugno 2012

Recensione MUSES di Francesco Falconi (Mondadori)

Titolo: MUSES
Di: FRANCESCO FALCONI
Edizione: MONDADORI (Collana CHRYSALIDE)
Tipologia: ROMANZO
Genere: PARANORMAL, MITOLOGICO, YA
Anno: 2012
pp. 492

Cartaceo € 17,00
Ebook  DISPONIBILE

SCHEDA LIBRO


RECENSIONE
di MissMeiko

Ho terminato la lettura di MUSES qualche settimana fa ma, prima di accingermi a scriverne la recensione, ho atteso un po’. Anche e soprattutto perché, per poterla rendere al meglio, ho voluto rileggere alcune parti della storia.

Questo romanzo di Francesco Falconi ha catturato la sottoscritta in un vortice di emozioni difficili da spiegare. Merito di una protagonista come Alice: l’ho quasi sentita respirare al mio fianco; le sue sensazioni sono state le mie, dall’inizio alla fine del libro.

Non mi succede spesso di sentire pronunciare da un personaggio alcune frasi, e rendermi conto che ad averle pronunciate potrei essere stata io stessa. Mi è un po’ successo ciò che afferma Cesare Pavese ne IL MESTIERE DI VIVERE: “Leggendo non cerchiamo idee nuove, ma pensieri già da noi pensati, che acquistano sulla pagina un suggello di conferma”.


La protagonista si presenta come una ragazza decisa, dal carattere forte, inflessibile. Cantante e violinista di talento, Alice si nasconde tra piercing e tatuaggi, facendo del linguaggio deciso che a volte usa, la sua maschera. Al di sotto di essa però, emergerà tra le pagine una donna sensibile e profonda, in grado di sprigionare una forza interiore tale da superare le barriere di un passato oscuro.  

Alice è infatti una ragazza cresciuta in un ambiente familiare poco felice, che ha vissuto delle esperienze altrettanto infelici. A un certo punto della sua vita, le viene rivelato di essere la Musa della Musica. Non a caso – come suppongo – della forma di Arte che più di ogni altra svolge una funzione catartica sull’essere umano, elevandolo al di sopra del dolore e del mondo (cit. Arthur Schopenhauer).

Eccola allora dividersi tra Roma, Londra e Parigi, alla ricerca delle sue origini, della verità ma, prima di tutto, di se stessa.

Lungo tutto il corso della lettura, ho avuto in mente questa frase di Nietzsche: “Bisogna avere ancora un caos dentro di sé per partorire una stella danzante”. A mio avviso, è una frase che racchiude l’essenza di questo intenso personaggio, creato in modo sublime dall’autore.

Alice De Angelis non è però l’unica creazione degna di nota di Falconi.

Attorno alla protagonista ruotano personaggi altrettanto ben descritti, nel carattere come nella personalità. Tra essi spiccano indubbiamente Lourdes, la Musa della Net.Art e Patricia, la Musa della Pittura. È stato intrigante venire a conoscenza della visione che l’autore ha delle muse, rapportate nel contemporaneo e, di conseguenza, ritrovarsele “evolute”.  

Quanto alla trama di MUSES, è ben delineata e ricca di colpi di scena. La chiusura di ogni capitolo incuriosisce, inducendo il lettore a continuarne la lettura.

Un romanzo diverso rispetto ai classici young adult ai quali siamo abituati ultimamente, a tratti “difficile” e dal finale realista di forte impatto. 

Valutazione 5 stelle = ottimo. Un investimento!

Nessun commento:

Posta un commento