venerdì 9 marzo 2012

Recensione: VUOI BALLARE CON ME? di Mathilde Bonetti (Piemme)

Titolo: VUOI BALLARE CON ME?
Di: MATHILDE BONETTI
Edizione: PIEMME (Collana IL BATTELLO A VAPORE)

Tipologia: ROMANZO
Genere: NARRATIVA, ROSA, RAGAZZI
Anno: 2010
pp. 160

Cartaceo € 15,50
RECENSIONE
 
Lena, protagonista del romanzo VUOI BALLARE CON ME?, è una ragazzina semplice e sognatrice.

Ama gli animali, stare con le amiche e. . . ballare. Scoprirà questa sua passione però solo dopo aver stipulato un patto con sua madre: otterrà da quest’ultima il permesso di andare alla festa di compleanno della sua amica Cleo, solo se prenderà lezioni di ballo da sala per almeno un mese.

Quello che per sua madre è un patto, a Lena sembra un ricatto. Tuttavia, armata di pazienza e convinta che – tutto sommato – un mese ci mette poco a passare, accetta.

Grazie a Barbara, la sua maestra di ballo, Lena non solo si appassionerà al ballo da sala, ma comincerà a valorizzare la sua femminilità. Perché, come tutte le preadolescenti, è anch’ella insicura del proprio corpo e, di conseguenza, impacciata nei movimenti; specie di fronte all’altro sesso.

Saranno proprio due nuove conoscenze maschili ad avvicinare ancor di più Lena a questo sport “da nonni”.

Uno è Alex, conosciuto al supermercato in un’insolita quanto imbarazzante situazione. Moro, con un paio di occhiali che lo fanno somigliare a Daniel Radcliffe nei panni di Harry Potter, Alex è il classico ragazzo la cui presenza è in grado di far saltare la mosca al naso per un nonnulla.

L'altro è suo fratello Adriano che, al contrario, è biondo, bellissimo e ha lo stesso viso di Josh Hartnett.

Chi dei due ballerini ruberà il cuore della dolce protagonista? E com’è possibile che il rapporto con la sua amica Erica possa incrinarsi per via di un ragazzo?

Mathilde Bonetti, legando la sua passione per la scrittura e per la danza, ci fa dono di una storia romantica e al tempo stesso educativa.

Il romanzo, oltre a regalare momenti di piacevole lettura, lascia intendere l’importanza che una disciplina sportiva può trasmettere allo sviluppo fisico e mentale della persona.

Senza tralasciare l’aspetto agonistico, attraverso la preparazione dei ballerini e l’ansia della gara, l’autrice sottolinea valori quali l’amicizia e la fiducia, sia negli altri che in se stessi. Valori che, purtroppo, a causa di spinte egoistiche, si tende a perdere mano a mano che si cresce.

Romanzo da 4 stelle: un buon libro. Consigliato!


TRAMA

Lena è alta come una giraffa, ha i capelli "arancioni" e cammina come uno zombie. Ci mancava solo che sua madre la costringesse a frequentare un corso di ballo da sala! Come mette piede in palestra però si trova davanti Alex: occhi azzurri e un sorriso che scioglierebbe anche un iceberg. E in più, lezione dopo lezione, scopre di essere portata per il ballo, tanto che si trova a partecipare ai campionati regionali insieme al ragazzo dei suoi sogni... Chi avrebbe mai immaginato che ballare sarebbe stato così interessante?


L'AUTRICE

Mathilde Bonetti è nata a Milano nel 1971. La sua vita è travolta dalle grandi passioni: cresciuta in una casa piena di animali, oggi alleva con amore magnifici gatti di razza, che spesso sono per lei fonte di ispirazione; ama fotografare le bestie più strane, tanto che molte delle sue splendide immagini accompagnano i libri che pubblica. Adora il pattinaggio su ghiaccio e il ballo di sala, due sport ai quali dedica molto del suo tempo con grandi soddisfazioni. Giornalista pubblicista e traduttrice, Mathilde non poteva che scrivere di ciò che più le piace fare: per questo è autrice di numerose pubblicazioni per ragazzi e adulti che hanno per tema i suoi amati animali, il ballo e il pattinaggio. Vive e lavora a Monza.

2 commenti:

  1. Grazie!!! Bellissima recensione :-) <3 <3
    Mathilde Bonetti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Son contenta che ti piaccia. ^ ^ Un bacioneeee!

      Elimina