giovedì 22 marzo 2012

Dalla Libreria Adult. . . Recensione: LA STIRPE di Meljean Brook (Newton Compton)

Titolo: LA STIRPE
Di: MELJEAN BROOK
Edizione: NEWTON COMPTON (Collana VERTIGO)

Tipologia: ROMANZO
Genere: STEAMPUNK, UCRONIA, AVVENTURA, ROMANCE HOT
Anno: 2012
pp. 448

Cartaceo € 9,90
Ebook € 4,99

Leggi le prime pagine 


RECENSIONE

Primo libro della The Iron Seas series, LA STIRPE è un romanzo di genere steampunk dai risvolti romance hot.

Ambientato nel diciottesimo secolo, il romanzo inizia con un avvertimento: la Storia è diversa da quella che il lettore conosce. I cinesi hanno invaso l’Asia, l’Europa e alcuni territori dell’Africa, assumendone il comando.

Se da questo punto si coglie l’aspetto ucronico, quello steampunk è dato dalla presenza di nanotecnologie avanzate, giacché estranee al periodo di riferimento.

L’Orda cinese è infatti riuscita ad asservire a sé buona parte della popolazione mondiale, grazie a un’accurata tecnologia – quella dei nanoagenti – in grado di rendere gli infetti degli zombie al suo servizio.

All’interno di questo quadro, si incontrano le vite dell’ispettore investigativo Wilhelmina Elisabeth Wentworth, detta Mina, e di Rhys Trahaearn, il cosiddetto Duca di Ferro.

Entrambi si ritroveranno coinvolti nella stessa vicenda, in seguito al rinvenimento del cadavere di Roger Haynes, proprio nei pressi dell’abitazione del Duca.

Considerato dalla critica uno dei migliori romanzi degli ultimi anni, LA STIRPE arriva ad amalgamare politica, società, avventura e passione come pochi libri riescono.

L’immediata attrazione fisica di Rhys per Mina lascia, almeno all’inizio, un po’ perplessi; tanto quanto la forza che la stessa ragazza dimostra nel resistergli. Tuttavia il “corteggiamento”, seppure improntato più sull’aspetto passionale che su quello romantico, rievoca quello tipico dei classici della letteratura inglese.

Personaggio di spicco, pur non essendo uno dei principali, la donna pirata Yasmeen, in grado di farsi amare oppure odiare. Merito delle descrizioni dell’autrice, che ne tratteggiano un soggetto dalla personalità forte e decisa, a volte magari troppo decisa. In ogni caso, non passa di certo inosservata.

L’ambientazione è delineata in modo accurato. Tanto da dare l’impressione di trovarsi nello stesso clima decadente e “metallico” dei protagonisti.

Particolarità della serie è che ogni libro è autoconclusivo.

Romanzo da 4 stelle = un buon libro. Consigliato!

TRAMA
Benvenuti nel mondo delle nanotecnologie, tra zombi spaventosi, terrificanti pericoli e brucianti passioni

Londra, diciottesimo secolo. Rhys Trahaearn è diventato un eroe nazionale dopo aver liberato l’Inghilterra dalle orde dell’esercito asiatico. Ma il potere lo ha reso un uomo freddo e calcolatore tanto da fargli guadagnare il titolo di Duca di Ferro. La detective Mina Wentworth non avrebbe mai pensato di avvicinarsi a lui, ma durante le celebrazioni per il trionfo inglese viene ritrovato un cadavere proprio all’interno della casa di Rhys, e tocca a lei condurre l’indagine.
Quando Mina scopre che quel corpo appartiene a Roger Haynes, comandante di una nave della Marina Reale, capisce che forze molto  più potenti delle truppe asiatiche stanno tramandocontro il suo popolo. Inizierà così, per la giovane detective, un viaggio infernale attraverso terre infestate da strane creature e oceani insidiati da terrificanti mostri. Ad accompagnarla sarà proprio l’affascinante Duca di Ferro, che si innamorerà perdutamente di lei, travolgendola in un vortice di passione e desiderio.

L'AUTRICE
Meljean Brook vive in Oregon con la famiglia. È autrice di libri che hanno riscosso successo in tutto il mondo. La stirpe è stato giudicato dal Publishers Weekly uno dei migliori romanzi degli ultimi anni e ha vinto diversi premi (All About Romance’s Annual Reader Poll for Best Paranormal Romance e RT BookReviews Reviewers’ Choice Award). Il suo sito è www.meljeanbrook.com

Nessun commento:

Posta un commento