martedì 21 febbraio 2012

INTERVISTA A STEFANIA NASCIMBENI

Lettori carissimi,
eccoci a un altro appuntamento che vede ospite nel blog un autore o un'autrice.

Oggi l'intervistata è Stefania Nascimbeni. 

Qualche giorno fa vi avevo proposto un suo racconto, NEXT MONTH (Chichili Agency Italia). Cliccate qui per leggerne la recensione.

Ma andiamo adesso a conoscerla più da vicino. . .




INTERVISTA A STEFANIA NASCIMBENI

Ciao, Stefania, e benvenuta su Young Adult-lit. Ti va di presentarti ai lettori del blog?
Ciao, sono Stefania e sono…

Tu in tre pregi e difetti.
Idealista, dolce, speciale. Disordinata, bipolare, fragile.

Com’è nata l’idea di Malaga, donna sulla soglia dei quarant’anni che, seppure prendendo atto del tempo che passa, resta spiritosa, allegra, vivace?
Malaga mi è stata ispirata da una carissima amica di torino che, bellissima, giovane e single, è ancora nella fase “vorrei qualcosa ma non so cosa”. Nello specifico, credo, vorrebbe una famiglia ma le manca la materia prima…

L’amore: un abito indispensabile o un accessorio?
Nessuno dei due, è una cosa che hai dentro tu, chiamiamolo più un organo vitale che, teoricamente, o hai o non hai. Se trovi la persona giusta quindi in un certo momento della tua vita ce l’hai; se no, no.

101 Motivi per cui le donne preferiscono gli stronzi è un tuo libro pubblicato per Newton Compton. Ce ne vuoi parlare? 
È un manuale di sopravvivenza anti-stronzo, non certo un monito al cattivo ragazzo. Analizzo diversi tipi di maschio che ogni donna dovrebbe davvero evitare di incontrare nella vita… ma poi tutto è il contrario di tutto. Primo perché noi donne non sappiamo mai esattamente quello che vogliamo, secondo perché in primis idealizziamo l’amore e allora, tante volte, riversiamo la fantasia della navata in abito bianco sul primo che passa pur di arrivarci… in qualche modo. E quasi sempre è un male!

Un’ultima domanda: cosa vuol dire per Stefania Nascimbeni “scrivere”? 
Tutto. Io riesco a esprimermi solo attraverso la scrittura. È lì che le parole assumono un vero significato e posso almeno avvicinarmi a quello che sono per davvero. Scrivere per professione poi… ecco, in questo caso non so dirti bene se sono semplicemente nevrotica o molto motivata! Diciamo che a parole sono una schiappa, mentre con la scrittura ho più dimestichezza e riesco a dire quello che penso senza temere giudizi, o fraintendimenti; per lavoro però, dicevo, sono soprattutto motivata, mi ci pagano...

2 commenti: