giovedì 10 novembre 2011

PROMESSI VAMPIRI di Beth Fantaskey (Giunti Y)

Titolo: PROMESSI VAMPIRI
Di: BETH FANTASKEY
Edizione: GIUNTI (Collana Y)
Genere: ROMANZO (Paranormal Romance, Young Adult)
Anno: 2010
pp. 501

€ 16,50


Leggi i primi capitoli 

RECENSIONE

Devo dire la verità: prima di addentrarmi in questa saga vampirica della Fantaskey, ho pensato: “l’universo letterario dei vampiri ha sforato il limite della sopportazione”. Questo perché – e l’ho spesso ribadito in giro per la rete, in altri blog, forum – nell’ultimo decennio abbiamo assistito a un’impennata vertiginosa di romanzi (soprattutto saghe) a tema vampirico.


Considerato questo, mi sono avvicinata a quest’ennesima storia con una punta di diffidenza e con la certezza di ritrovarmi di fronte a tante scene che mi avrebbero dato sentore di déjà vu.


Cosa che non è successa!


Mi sono ricreduta: PROMESSI VAMPIRI non è la solita storiella trita e ritrita della sfigatella di turno che s’innamora del vampiro tenebroso.


Non lo è per tanti motivi. Intanto Jessica Packwood non è una sfigatella, ma un’adolescente che ha imparato sin da bambina ad aiutare i propri genitori nei lavori della fattoria; per di più Jessica non s’innamora di Lucius Vladescu, al contrario, Jessica odia Lucius. Riconosce senz’altro la sua avvenenza, certo, ma non gli cade ai piedi.


Già questi piccoli, ma rilevanti, elementi inducono a proseguire nella lettura. C’è però di più: Lucius si presenta a casa di Jessica per rivelarle che anche lei è un vampiro, e lo diventerà completamente dopo che lui stesso l’avrà morsa per la prima volta. Questo in rispetto del patto che anni addietro i loro genitori avevano suggellato per riunire entrambe le famiglie, quella dei Vladescu e quella dei Dragomir.


Veniamo così a sapere che i Packwood non sono in realtà i veri genitori della ragazza.


Lo stile che racconta questa dolce “fiaba” contemporanea, in linea con i gusti gotici e allo stesso tempo romantici delle giovanissime di oggi, è semplice senza mai risultare banale.


L’autrice ha svolto un buon lavoro di trama, nella presentazione iniziale come nello sviluppo della storia stessa. Persino i personaggi secondari, ma non per questo meno importanti, sono di ausilio all’evolversi degli eventi: dalla migliore amica della protagonista, Mindy Stankowicz, al compagno di scuola innamorato, Jake Zinn, fino alla cheerleader bellissima tanto quanto stronza, Faith Crosse.

Romanzo da 4 stelle = un buon libro. Consigliato!


Anticipo subito che ho letto anche il seguito: PROMESSI VAMPIRI – THE DARK SIDE e che ne posterò la recensione domani stesso. E non solo. . . Aspettatevi qualche sorpresa! Se amate questa saga, tenete d’occhio il blog.

DALLA QUARTA DI COPERTINA

Sposarsi con un vampiro non era nei piani di Jessica Packwood, studentessa all’ultimo anno di liceo. Ma Lucius Vladescu, uno studente straniero dalla bellezza folgorante, compare nella sua vita e le rivela le sue vere origini: Jessica è stata adottata; il paese da cui proviene è la Romania e i suoi veri genitori sono i capostipiti di un potente clan di vampiri, i Dragomir. Lucius e Jessica sono stati promessi in matrimonio al momento della nascita e hanno il compito di riportare la pace fra i Dragomir e i Vladescu. Jessica, dapprima scettica, si trova così a dover lottare per riconquistare il suo principe, evitare una guerra fra vampiri di proporzioni mondiali e salvare l’anima di Lucius dalla dannazione eterna.

L'AUTRICE

La giovane scrittrice americana Beth Fantaskey esordisce con Promessi Vampiri (titolo originale Jessica's guide to dating on the dark side) sulla scena letteraria young adult. Il suo secondo libro "Promessi Vampiri. The dark side." esce oggi, 19 ottobre, in anteprima mondiale in Italia. Nell'inverno 2011-2012 uscirà negli Stati Uniti.
Professoressa universitaria, la cui più grande paura (stando alla sua biografia) è parlare in pubblico, seconda solo a quella di volare, Beth Fantaskey ama molto viaggiare (probabilmente non in aereo) . Ha passato un periodo della sua vita in India, abbracciando un progetto di difesa dei diritti umani. Ha collaborato per anni con giornali e riviste. Ha lavorato anche nel settore delle pubbliche relazioni. Insegna alla Susquehanna University, una scuola di discipline umanistiche a Selinsgrove, sempre in Pennsylvania.

Nessun commento:

Posta un commento